Il nostro sito utilizza i cookies per offrirti un servizio migliore.

Se vuoi saperne di più o avere istruzioni dettagliate su come disabilitare l'uso dei cookies puoi leggere l' informativa estesa 

Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o cliccando su Accetto, presti il consenso all’uso di tutti i cookies.

Cerca nel sito

Eventi

Novembre 2017
L M M G V S D
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 1 2 3

CODICE DEONTOLOGICO: ESAMINIAMO L'ART. 1

Cari colleghi,
la Commissione Cao, come promesso su "Il Bollettino" dell'Ordine del Marzo 2012, propone  un percorso di conoscenza del Codice deontologico, con l'obiettivo di approfondire ed accrescere l'attenzione nei confronti dei singoli articoli.
Nella filosofia operativa della professione odontoiatrica è infatti importante, sempre in un contesto ordinistico, cercare di prevenire ogni possibile sanzione disciplinare che deve intervenire laddove non vengano rispettati tali articoli.
Il Codice, nella sua essenza, rappresenta un insieme di norme che hanno un loro valore giuridico e  richiedono pertanto attenzione e rispetto. L'iscrizione all'Ordine è un obbligo di legge e questo significa anche assumersi la responsabilità di rispettare il Codice comportamentale che delimita i confini entro i quali "muoversi", nel decoro e nel rispetto della dignità della professione.


Il testo dell'Articolo 1 recita :
"- Definizione -
Il Codice di Deontologia Medica contiene principi e regole che il medico-chirurgo e l'odontoiatra, iscritti agli albi professionali dell'Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri, di seguito indicati con il termine di medico, devono osservare nell'esercizio della professione.
Il comportamento del medico anche al di fuori dell'esercizio della professione, deve essere consono al decoro e alla dignità della stessa, in armonia con i principi di solidarietà, umanità e impegno civile che la ispirano.

Il medico è tenuto a prestare la massima collaborazione e disponibilità nei rapporti con il proprio Ordine professionale.
Il medico è tenuto alla conoscenza delle norme del presente Codice e degli orientamenti espressi nelle allegate linee guida, la ignoranza dei quali, non lo esime dalla responsabilità disciplinare.
Il medico deve prestare giuramento professionale."

Conoscere il Codice è dunque fondamentale per orientarsi nelle scelte professionali che - se nella sfera etica rispondono a principi morali ascritti alla coscienza di ognuno - nell'ambito del rapporto tra colleghi e tra colleghi con i pazienti, devono invece attenersi agli articoli che stiamo esaminando. La costruzione di un alfabeto comportamentale capace di "dialogare" con rispetto tra colleghi è segno distintivo della nostra categoria, di medici e odontoiatri, un segno che tutela il valore della nostra professionalità, la quale prima di tutto deve rispettare i suoi interpreti, cioè tutti noi.

Il presidente Cao
Stefano Almini