Il nostro sito utilizza i cookies per offrirti un servizio migliore.

Se vuoi saperne di più o avere istruzioni dettagliate su come disabilitare l'uso dei cookies puoi leggere l' informativa estesa 

Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o cliccando su Accetto, presti il consenso all’uso di tutti i cookies.

Cerca nel sito

Eventi

Ottobre 2017
L M M G V S D
25 26 27 28 29 30 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 1 2 3 4 5

Informazioni dalla segreteria

Certificazioni Inail

Leggi la comunicazione della Fnomceo in merito al decreto legge “Semplificazioni in materia di adempimenti formali concernenti gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali e consulta la Guida semplificata realizzata dalla Direzione Regionale INAIL Lombardia.

icon comunicazione n.33 - 2016

icon Guida certificazioni on line Inail

Certificati per attività sportiva

Proponiamo una soluzione che ci auguriamo definitiva, e comunque per ora valida, del complesso problema del rilascio della certificazione per attività sportiva. All'elaborato hanno partecipato rappresentanti dell'Ordine, della medicina generale, della pediatria e dell'Asl.

In questi ultimi tempi sono andati in vigore i cosiddetti Decreto Balduzzi - DM 24/04/2013 e Decreto del Fare - Legge 09/08/2013 n. 98, che hanno definito le certificazioni per attività sportiva. A ulteriore chiarimento, e per doverosa informativa, leggendo il combinato disposto delle due norme si comunica quanto segue.

1) Per l'attività ludico-motoria, e cioè l'attività praticata da soggetti non tesserati, attività in forma individuale o collettiva, non occasionale, finalizzata al raggiungimento e mantenimento del benessere psico-fisico della persona, e non regolamentata da organismi sportivi, viene soppresso l'obbligo della certificazione.

2) Per l'attività sportiva non agonistica, così come definita dall'art. 3 del Decreto Balduzzi, permane l'obbligo della certificazione, ma viene rinviata alla valutazione del medico la prescrizione di ulteriori esami e indagini diagnostiche; è possibile che il medico richieda un ecg di screening sulla base di alcune indicazioni della letteratura scientifica. Tale prestazione è a carico dell'assistito.

3) Per l'attività di particolare ed elevato impegno cardiovascolare, di cui all'art. 4 del Decreto Balduzzi, viene confermato quanto già previsto. E' necessario lo step test oppure il test da sforzo. Tali prestazioni sono a carico dell'assistito.

Si ritiene anche necessario precisare che:
A) Solo i medici di medicina generale, i pediatri di libera scelta, i medici specialisti in Medicina dello Sport e i medici della Federazione medico sportiva italiana del Coni, possono rilasciare i certificati per l'attività sportiva non agonistica e per quella ad elevato impegno cardiovascolare, sugli appositi moduli allegati al decreto;

B) La soppressione dell'obbligo di certificazione per l'attività ludico-motoria lascia comunque spazio ad eventuale richiesta; infatti, la norma non impone il divieto assoluto, e quindi qualche struttura privata potrebbe comunque richiederla, per autotutela o per fini assicurativi previsti nei regolamenti di funzionamento o addirittura negli statuti di costituzione della società.
In tal caso la certificazione dovrebbe essere rilasciata con le modalità e gli accertamenti previsti dal Decreto Balduzzi.
Il medico non può rifiutare la certificazione secondo quanto disposto dall'art. 24 del Codice di Deontologia Medica. Limitatamente agli assistiti di cui al punto A dell'allegato all'art. 2 del Decreto Balduzzi – assistiti senza fattori di rischio - il certificato per l'attività ludico-motoria può essere rilasciato da qualsiasi medico.

Scarica il Decreto 24 aprile 2013 con i fac-simile di certificazione

 

ATTENZIONE: ATTIVITA' SPORTIVA NON AGONISTICA

Leggi la circolare Coni 10.06.2016

Leggi la comunicazione della Fnomceo sull'argomento

COMUNICAZIONE N 89_Decreto 8 agosto 2014_Approvazione linee guida certificati medici attività sportiva non agonistica

REGIONE LOMBARDIA: CERTIFICATI SCOLASTICI

Scarica: Regione Lombardia - certificati scolastici, attività sportiva

Certificati di malattia

Consulta i recenti allegati in tema di linee guida per i medici che certificano i certificati di malattia e relativi all'esclusione dell'obbligo di reperibilità per i lavoratori dipendenti del settore privato e in tema di modalità per l'adozione del sistema del doppio certificato per il personale militare.

icon comunicazione 68-2016 e icon Allegato Inps

icon comunicazione 69-2016

-------

Si ricorda che in caso di malfunzionamento del sistema on line è possibile rilasciare i certificati in modalità cartacea che in ogni caso devono indicare i dati anagrafici del paziente, i giorni di malattia, la data di inizio e di fine malattia e, nella copia indirizzata all'Inps, la diagnosi. Ulteriori dettagli sono disponibili nel Manuale di benvenuto scaricabile da questo sito sempre in Segreteria.

Leggi la  nota Regione Lombardia e le spiegazioni relative alla trasmissione telematica certificati di malattia in sede di dimissione di ricovero

Sono stati recepiti i suggerimenti dei sindacati medici. Scarica la circolare Brunetta che conferma la linea già anticipata dalla Regione Lombardia

Leggi la nota del Ministero dell'Interno sulle particolari disposizioni per la Polizia di Stato 

Scarica la circolare del Ministero per la Pubblica Amministrazione sulle indicazioni operative per lavoratori dipendenti e datori di lavoro del settore pubblico e privato

Leggi la legge 111 del 2011: introduce innovazioni in tema di controllo sulle assenze dal servizio per malattia dei pubblici dipendenti, regime di reperibilità, assenze per visite, terapie, prestazioni specialistiche ed esami diagnostici.

Certificati di decesso

Leggi la circolare dell'Inps in merito all'obbligo di invio on line all'Inps delle certificazioni di decesso e scarica funzioni e normativa del medico necroscopo.

icon Circolare Inps trasmissione telematica

icon Funzioni del medico necroscopo

Si precisa che la Legge di Regione Lombardia 18 novembre 2003, n. 22 «Norme in materia di attività e servizi necroscopici, funebri e cimiteriali» introduce alcune modifiche rispetto alla normativa nazionale. Nello specifico l'art. 3 (Adempimenti conseguenti al decesso), non prevede limiti temporali minimi o massimi per la visita necroscopica e, poiché l'accertamento di morte è preliminare all'autorizzazione alla sepoltura, che comunque non può avvenire prima delle 24 ore, come precisato da successiva circolare della D.G. sanità (n. 7 del  09-02-2004),  è possibile effettuarlo nell'arco delle 24 ore o comunque entro un'ora dalla chiusura del feretro. L'art. 40 del successivo "regolamento in materia di attività` funebri e cimiteriali" (9 novembre 2004 - n. 6) specifica inoltre che se il decesso e` avvenuto nei giorni festivi, l’accertamento può essere effettuato entro le ore 8,00 del primo giorno feriale successivo e comunque non oltre 48 ore dal decesso. 
 

Certificato di iscrizione

E' stato attivato il servizio on line per il rilascio di certificati. Basta accedere all'area riservata di questo sito e seguire le istruzioni.

In ogni caso la segreteria dell'Ordine provvede anche all'invio postale del documento richiesto - esclusivamente - al recapito del singolo sanitario, depositato presso gli uffici. Per ottenere il servizio - attivo limitatamente ai certificati in carta libera - questi ultimi devono essere richiesti via fax (035.217230) o e-mail. La richiesta dovrà pervenire formalmente scritta e su carta intestata del medico, accompagnata da una fotocopia di un documento d'identità.

Si ricorda che in caso venga inviata agli uffici, per il ritiro dei certificati, persona diversa dal diretto interessato, questa deve essere munita di delega del medico richiedente, scritta su carta intestata o con timbro, e di un proprio documento d'identità.

ATTENZIONE: LEGGI ATTENTAMENTE LE RECENTI DISPOSIZIONI IN TEMA DI CERTIFICATI E MARCA DA BOLLO

icon marca da bollo e certificati